lunedì, marzo 20, 2017

Chuck Berry - Johnny B. Goode

Il destino a volte sa essere bizzarro.

Venerdì scorso, avrei dovuto pubblicare un nuovo post dedicato alla rubrica "Consigli per l'ascolto".
Avevo già qualche idea.
Un impegno importante mi ha portato ad essere fuori casa, ...poi pranza, prendi la bimba all'asilo, torna a casa, gioca con la bimba, ...insomma non c'è stato il tempo necessario per scrivere un articolo.

Mea culpa.

Nel frattempo, arriva la notizia:

Chuck Berry è morto, alla veneranda età di 90 anni.


Nato a Saint Louis nell'ottobre 1926, Charles (questo era il suo vero nome) Berry è considerato uno dei padri fondatori del rock 'n roll.
Per molti musicisti "moderni" è stato un punto di riferimento, ...una vera fonte di ispirazione.

Indimenticabili le sue: Roll over Beethoven, ...Sweet Little Sixteen, ...Rock and Roll Music.

Non possiamo definirlo una persona misurata, ...la sua carriera è stata frenata molto dalla sua indole disequilibrata, che lo ha portato in diverse occasioni dietro le sbarre di un carcere, ...tuttavia Charles ha saputo riprendersi dagli urti della vita, e si è sempre ripreso, ...senza mollare un colpo.

Ogni grande musicista ha un brano, ....una canzone con cui è conosciuto universalmente.
Berry è conosciuto al mondo per essere il compositore di un evergreen immortale

Johnny B. Goode

Nel 1958, raccontando la storia di un giovane ragazzo di campagna che diventa una stella del rock, compie il vero miracolo musicale.
L'atmosfera rurale fa da sfondo al sogno americano di un chitarrista che non sa nè leggere, nè scrivere bene, ma sa suonare la chitarra come il campanello di una porta.
Un viaggio in una nuova religione, il rock 'n roll.

La canzone Johnny B. Goode è stata inserita dagli Stati Uniti nel Voyager Golden Record, un disco a bordo della sonda spaziale Voyager, al momento in viaggio nello spazio interstellare, costruito al fine di essere trovato da una civiltà aliena o per la specie umana futura.

Famosissimo il tributo a Chuck Berry, nell'altrettanto celebratissimo film "Ritorno al futuro", in cui Marty McFly (Michael J. Fox) suona un'infuocata Johnny B. Goode ad una platea di liceali alla serata del ballo.

Forse tutto iniziò lì?

lunedì, marzo 13, 2017

Lunedì Cinema - Apocalypse Now

"...Non c'è nient'altro al mondo che odora così. 
Mi piace l'odore del napalm di mattina.
Una volta, una collina, la bombardammo per dodici ore, e finita l'azione andai lì sopra. 
Non ci trovammo più nessuno, neanche un lurido cadavere di Viet. 
Ma quell'odore... si sentiva quell'odore di benzina. 
Tutta la collina odorava di... 
...di vittoria. 
Prima o poi questa guerra finirà."
- Apocalypse Now - 
- United Artist - 1979 -

venerdì, marzo 03, 2017

Katie Melua - Nine Billion Bicycle

Lei è Katie Melua.
Georgiana di nascita, ma naturalizzata britannica, classe '84.

Nine Billion Bicycle (classe 2005) è un canzone molto raffinata, contenuta nel disco "Piece to piece", probabilmente uno dei più significativi della sua carriera.
Questo brano è una miscela di candore, che strizza l'occhio al soft jazz e alla musica orientale.
Le liriche sono nelle corde di un'artista acqua e sapone, morbide al primo ascolto ma capaci di incantare l'ascoltatore più distratto.

Qualcuno la potrebbe definire "Music for elevator" (Musica per ascensore) e forse per certi punti di vista potrebbe esserlo, ma Nine Billion Bicycle è qualcosa di molto più profondo, ...che ti permette di accompagnarti per mano attraverso un prato verde a piedi scalzi.

Ricordo ancora la prima volta che sentii questa canzone,...

 ...una sensazione di quiete dopo una tempesta, una serenità colta all'improvviso.



Tutte le canzoni come già detto e scritto in precedenza hanno la capacità di regalarci un'emozione, ...empatia.
Personalmente parlando, questo brano ha la grande capacità di infondere armonia, ...con leggerezza e disarmo.

"Ci sono 9 miliardi di biciclette a Pechino, 
questo è un dato di fatto, una cosa che non puoi negare, 
come il fatto che ti amerò fino alla fine dei giorni,..."


Fonti e sorgenti:
Katie Melua Official Site