mercoledì, agosto 06, 2008

Mary has left the building


Ed eccoci,...

...tutti a "festeggiare" la nostra Maria, amica, collega, dispensatrice di caramelle e sorrisi.
Arrivo puntuale all'appuntamento,... alla spicciolata arrivano tutti gli altri compagni di avventure.
Il numero aumenta col passare dei minuti,...
Una ventina di persone si accalcano per iniziare la festa.

Maria esce dal lavoro, dopo aver consegnato "pistola e distintivo".
Baci e abbracci.

Claudia ha in mano un grosso pacco a forma di caramella, ...la curiosità è forte, al proprio interno Maria ci trova tanti altri pacchetti di caramelle, ...l'emozione è altrettanto forte e difficile da trattenere.
Tutti insieme appassionatamente abbiamo un tavolo prenotato in una pizzeria del centro, non dobbiamo fare molta strada, ...nel frattempo, aspettiamo gli ultimi ospiti partecipanti.

Maria, capotavola e capobanda

Scatto le prime foto. E' un momento da ricordare.
Per imbrogliare l'attesa, ci raccontiamo un po' di anedotti, le mie battute idiote non sono più apprezzate come un tempo,...

...pubblico difficile. 8-P

Ordiniamo le pizze e il beveraggio.
Penso tra me e me: "Che bello vedere tutte queste persone e passare questo momento con lei"
Le consegne dei regali entrano nel clou nel bel mezzo della serata, ...tutto amabilmente immortalato dalla mia fotocamera.
Un ciondolo, una poesia zen (perfettamente in sintonia con il tema della serata), un campanello per la sua bicicletta e altre piccoli segni d'affetto.
Naturalmente anch'io ho partecipato alla fase della serata, regalandole un dvd che ho personalmente ideato e personalizzato con due filmati, il primo dedicato a lei e il secondo pieno di fotografie di amici scattate durante le nostre feste passate.
Bacio e abbraccio.

Ti ringrazio ancora per le tue belle parole.

Dopo una insalata caprese (pomodoro e mozzarella) arrivata per l'occasione direttamente da "Playmobilandia" (per il suo gusto plasticoso e leggero come un piastrella di cotto) e una bionda media, nel senso della birra, ...Maria fischia il calcio d'inizio di "Obbligo e verità", gioco nel quale Fede e Antonia, la fanno da protagonisti, ...ma non vi dirò mai, come e perchè.

Il divertimento aumenta.

Verso mezzanotte arrivano il mitologico Bruno, e "Paciarotto" (al secolo Massimo B.), la loro verve illumina ulteriormente la serata.
Le prime persone salutano, e ritornano a casetta.
Gli irriducibili rimangono a fare compagnia, ...Matteo ne approfitta per un veloce saluto, con l'obiettivo di rivederci poco più tardi in un locale di P.zza Vittorio.

Le risate si fanno sempre più fragorose.

Dopo l'ora delle streghe, ci spostiamo in massa verso quel locale, per gli ultimi giri di cocktail e birre.
Ancora reduce dalla digestione assai tortuosa, propendo per una cola media, ...pur avendo la sensazione di essere preso di scherno da parte dei barmen del locale in questione.
Tutti intorno a Maria per gli ultimi discorsi di rito.

In alto i calici, ...in senso figurato, ...in realtà in alto i nostri bicchieri di plastica, come la mia insalata caprese, e ...hip hip hurrà!!!

Alle due veniamo letteralmente cacciati dal locale, ...alla faccia della Movida torinese, ...e questa sarebbe una città che invoglia il divertimento e la voglia di divertirsi?
"Paciarotto" rimane scottato, e piuttosto avvelenato dalla decisione di abbassare le serrande, ...ma ne ha ben donde.
Avrei passato tutta la notte, con quel gruppo, con quelle persone, ...con Maria.

Quello che ci siamo detti quando ci siamo abbracciati, è verità pura al 400%, ...non cambiare mai, e non farti cambiare da nessuno,...

...ciò che mi hai detto non lo dimenticherò mai.

Vai, ...e conquista il mondo.

2 commenti:

Mari ha detto...

Grazie ragazzi, siete stati fantastici...fino alla fine! Vedervi seduti a quel tavolo è stato il riconoscimento più importante di questi cinque anni! Vi porterò sempre nel cuore, ovunque andrò...più che un'esperienza di lavoro è stata un'esperienza di Vita! Rigirandovi un augurio fattomi...buen camino, vayas donde vayas! Ps anche senza il gilet, mi raccomando chiamatemi per le cene, ovunque sarò accorrerò al richiamo!!! Grazie Flavio, salutami gli "amici di Maria" affezionati clienti del reparto informatica...Maria

Flavio ha detto...

Che piacere!

L'altra sera son ritornato a casa dal lavoro e per un attimo mi è capitato di pensare a questi anni passati professionalmente insieme, ...e non ti nascondo che l'emozione mi ha giocato un brutto scherzo.

Essere seduto vicino a te a quel tavolo, è stato un onore, condiviso con "mucho gusto" da tutti i presenti.
Non sarei mancato per nulla al mondo, ...ci sono cose che puoi comprare, ma vedere la tua commozione e sentire la tenerezza che ci hai dimostrato, non ha prezzo!!!

Ho incominciato a portare i tuoi saluti al reparto, naturalmente ricambiati.

Vorrei concludere questo commento, per ringraziarti ancora della splendida cena, con la speranza di vederti presto.
Mi devi ancora una domanda ad "Obbligo e verità". 8-P

Un bacio enorme.

Flavio